mobilità

"Venezia Unica" il City pass della Città e le soluzioni collaborative

A partire dal progetto Venezia Unica - City Pass, Marco Agostini, direttore generale, ha portato le sfide della città per l'economia collaborativa al workshop: "Territori Collaborativi e processi collaborativi".

ParkAppy

Nome applicazione - ParkAppy

Amministrazione proponente - ATAC

I big data ci sono anche in Italia. Un esempio concreto di analisi per il controllo del territorio a #sce2014

L'attuale capacità di leggere ed interpretare i dati, opportunamente criptati e anonimizzati delle reti mobili che trasportano sempre più informazioni relative ai reali comportamenti, preferenze e bisogni dei cittadini, consente all'amministratore pubblico e alle aziende dei servizi locali di sviluppare efficienza mirata, in tempo reale sulle esigenze del singolo cittadino.

Viaggia Trento

Nome applicazione - Viaggia Trento

Amministrazione proponente - FBK, Trento Rise, Università di Trento, Consorzio dei Comuni e Comune di Trento

A Toronto ogni spostamento comincia e termina a piedi

Area tematicaTag Letture: 1081

Negli ultimi mesi servizi on-demand e nuove piattaforme (bla bla car, uber, car2go, enjoy…) ci hanno fatto spostare l’attenzione dall’aspetto hardware della viabilità urbana (spazi e luoghi) a quello software (flussi e tempi). Dal Canada sembra venire il messaggio opposto: spingere sulle trasformazioni urbane per garantire ai propri cittadini una mobilità a misura umana. E oggi si raccolgono i frutti della semina di oltre dieci anni fa.

Ingranare politiche smart per un lungo viaggio

Con tre macchine ogni 5 abitanti, l’Italia è sul podio. Le nostre abitudini di mobilità sono assolutamente sbilanciate verso l’automobile così come le nostre infrastrutture:  la rete ferroviaria sotterranea (il metrò) di tutto il Paese è di poco superiore per estensione a quella della città di Madrid. Entro il 2020 tutte le grandi aree metropolitane dovranno considerare come priorità l’individuazione di nuove politiche strategiche per ridefinire il trasporto all’interno delle città e spingersi verso un nuovo paradigma di mobilità urbana. Di buoni esempi ce ne sono e ve li mostriamo.

DFP risponde. Pubblico impiego: gestione delle risorse umane e mobilità

Area tematicaTag Letture: 1258

L'Ufficio per l'organizzazione, il reclutamento, le condizioni di lavoro ed il contenzioso nelle pubbliche amministrazioni cura l'elaborazione degli indirizzi generali in materia di organizzazione degli uffici e del lavoro e di gestione del personale delle amministrazioni pubbliche nonché, sentiti gli altri uffici del Dipartimento competenti per materia, degli enti vigilati dal Dipartimento; definisce la programmazione del reclutamento del personale per concorsi o mobilità; coordina e promuove le iniziative riguardanti la mobilità del personale non dirigenziale dipendente dalle amministra

Le tecnonologie Wireless per la mobilità di merci e persone nelle città.

Il Distretto, come Sportello Innovazione della Camera di Commercio di Roma, ha assistito due progetti di rilevante importanza tecnologica ed economica che sono risultati tra i vincitori del piano Industria 2015 per l’Infomobilità. Si tratta del progetto Log on che consiste in una piattaforma tecnologica a disposizione del mobility management e del progetto Motus che consiste in una piattaforma tecnologica capace di rilevare e interpretare i flussi pedonali e veicolari in real time.

“FUTURE IS NOW! Una Città Intelligente per i Servizi al Cittadino”

Area tematicaTag Letture: 813

Space Italia/FGTecnopolo S.p.A ha costituito la società “Itramas FGT”,una  joint venture internazionale con  la società malese ItraMAS Technology (Kuala Lumpur, Malesia), per produrre, vendere e distribuire tecnologie relative a sistemi innovativi di illuminazione e segnaletica con tecnologia LED, e piattaforme software per la gestione di soluzioni di riguardanti “La Città Intelligente”.

INAIL Mobile

Area tematicaTag Letture: 1329

Il progetto nasce dall’analisi del contesto attuale da cui si evince che il canale mobile rappresenta sempre più strumento di navigazione e fruizione ed un ulteriore elemento di contatto sul quale offrire servizi. La percezione è rafforzata dall’ultima customer satisfaction in cui emerge la richiesta da parte dell’utente di una maggiore possibilità di accedere alle informazioni relative alle sedi ed alle iniziative dell’INAIL. L’erogazione di servizi informativi e dispositivi per “mobile” è possibile mediante un apposito framework tecnologico.