social pa

Social PA: come se la cava la PA sui social network

Area tematicaTag Letture: 37

Vetrina politica? Comunicazione istituzionale? Ascolto del cittadino? Help desk? Co - produzione di contenuti e servizi? Quale è e quale dovrebbe essere l'utilizzo dei social media da parte di un'amministrazione pubblica? A un anno dalla Pubblicazione delle Linee guida per l'utilizzo dei social network, mentre si moltiplicano i profili Facebook e gli account Twitter di pa e istituzioni, poniamo la questione all’attenzione di amministratori, comunicatori, esperti social media e ricercatori.

A Biella amministrazione e cittadini dialogano sui social

Oggi poco meno di un italiano su due ha un profilo sul social network più famoso del mondo, Facebook. Non può quindi restare lontano da questa piazza chi deve parlare ai suoi cittadini, ovvero un Comune. Oggi portiamo all’attenzione dei lettori l’esperienza della città di Biella che negli ultimi mesi ha avviato un’intensa attività digitale, puntando proprio sui social. Dai “question time” con gli assessori sulla pagina Facebook del Comune al protocollo #segnalaloaBiella, per far parlare cittadini e uffici anche attraverso WhatsApp. E per promuovere il territorio e le sue bellezze, le immagini di #innamoratidelBiellese su instagram.

La PA che cinguetta: Come utilizzano twitter le amministrazioni cittadine. Una ricerca di FORUM PA

Area tematicaTag Letture: 2566

Poco più della metà (il 57%) dei capoluoghi di provincia italiani ha un account su Twitter. Questo un primo dato emerso dall’analisi effettuata dall’ufficio studi di FORUM PA per valutare come le amministrazioni delle nostre città utilizzano lo strumento tecnologico per informare e dialogare con i cittadini.

Le città cambiano e crescono. Cambia il loro modo di comunicarsi (?)

Con la Legge n. 56 "Disposizioni sulle città metropolitane, sulle province, sulle unioni e fusioni di comuni" si sta finalmente giungendo ad un punto di svolta per la nuova geografia istituzionale. Le dieci grandi città interessate dalla riforma, insieme alle altre quattro situate nelle regioni a statuto speciale, sono chiamate a trasformarsi rapidamente, e non soltanto istituzionalmente, per cogliere le migliori opportunità e vincere le sfide più complesse che questo cambiamento lascia già intravedere. Per far comprendere i radicali cambiamenti a cui andranno incontro i cittadini e le imprese, sarà necessario modificare profondamente anche il modo di comunicare e di confrontarsi con la popolazione.

MobileMap Sicilia

Nome applicazione - MobileMap Sicilia

Amministrazione proponente - Regione Sicilia, Province di Agrigento, Enna e Trapani

PedalUp - Comune Reggio Emilia

Nome applicazione - PedalUp

Amministrazione proponente - Comune di Reggio Emilia

Fattorie Didattiche di Lombardia

Nome applicazione - Fattorie Didattiche di Lombardia

Amministrazione proponente - Regione Lombardia - Direzione generale Agricoltura

Social network e PA, a volte funziona: guardate il Comune di Milano

Il Comune di Milano si distingue sui social per la capacità di coinvolgere, attraverso elementi ludici e visivi, i propri cittadini. Un bell'esempio di social PA a cui hanno contribuito due giovani comunicatori: Paola Bonini, responsabile del social media team, e Alessio Baù, responsabile dei contenuti, che ci spiegano come si crea un racconto della città con volontà politica, formazione e..indovinate? Partecipazione civica. Entriamo in modalità display.

Business networking, una strada che la PA deve percorrere

Cadono le barriere, non importa che si lavori per un ente pubblico o un privato, noi siamo quell'ente. Il web ha rimescolato le carte in tavola: le relazioni interne  si sovrappongono a quelle esterne in un flusso di comunicazioni e reti di relazioni che identificano e caratterizzano Istituzioni o aziende. In questo contesto un buon networking è fondamentale. Ne parliamo con Gianluigi Cogo.

IoNonRischio - Comune Genova

Nome applicazione - IoNonRischio

Amministrazione proponente - Comune di Genova